ISTITUTO SANTA PAOLA - F.A.Q. (domande più frequenti)

CONSULTORIO DI CHIRURGIA PLASTICA ESTETICA

- E' meglio l'anestesia generale o l'anestesia locale?

La scelta del tipo di anestesia è in funzione del tipo di intervento, delle condizioni di ansietà del paziente e, da non sottovalutare,della migliore riuscita dell'intervento. In alcuni casi è più utile l'anestesia locale (ad es. nella liposuzione o nella blefaroplastica dove il paziente puo' muoversi ed il chirurgo può eseguire l'intervento con maggior precisione). E' ovvio che c'e una grande differenza di prezzo tra i due tipi di anestesia perché l'anestesia generale richiede la presenza di un anestesista, un maggior impegno della sala operatoria e del personale di sala e l'utilizzo di una saletta per il risveglio per molte ore. Tutto questo ha un costo e, quando è possibile senza creare disagio al paziente, è bene evitarlo.

 

- Perchè il day hospital e non una clinica con ricovero?

Oggi in tutto il mondo l' 80% degli interventi di chirurgia estetica sono eseguiti in day hospital, centri perfettamente attrezzati allo stesso modo delle cliniche private ma da cui si viene dimessi nello stesso giorno dell'intervento. E' ormai ammesso e riconosciuto dalla medicina ufficiale che i tempi di guarigione si abbreviano se questa viene trascorsa nella propria casa, con le persone care che ci circondano e gli stessi postumi dell' intervento vengono assorbiti meglio dal paziente. E' comunque possibile richiedere al chirurgo di essere ricoverati per qualche giorno ma questo andrà ad incidere notevolmente sui costi dell'intervento.

 

- Perchè a volte il chirurgo parla di ritocchi dopo l' intervento?

La chirurgia estetica è un insieme di arte e scienza ma non è sempre possibile predire con assoluta precisione il risultato finale. A volte può capitare di dover fare un piccolo intervento correttivo a distanza di tempo non per modificare l'intervento originale ma per aggiustare quelle piccole irregolarità dovute a fattori esterni quali cattiva guarigione delle cicatrici, risultato ottenuto non ottimale per il paziente ecc. ecc. Tutto questo va discusso preventivamente con il chirurgo che eseguirà l'intervento.

 

- Quando devo pagare l' intervento?

In genere il pagamento viene effettuato anticipatamente anche perché, oltre il chirurgo bisogna pagare la clinica, l'anestesista, e i vari operatori coinvolti. E' possibile, in certi casi, prendere accordi diversi, oppure richiedere un finanziamento che rappresenta un comodo sistema di pagamento rateale rapido e senza inconvenienti.

 

- Esiste un intervento che non lascia cicatrici?

No. Qualunque intervento chirurgico che richieda l'uso del bisturi procura necessariamente delle cicatrici. Tutte le tecniche chirurgiche cercano di nascondere il più possibile i segni del bisturi (ad es. all'interno del naso o nel cuoio capelluto oppure dietro le orecchie) ma, comunque, la cicatrice c'è sempre. E' compito del chirurgo nasconderle e farle più piccole e invisibili possibile.

 

- Posso vedere risultati di altri pazienti?

Certamente è possibile. I chirurghi hanno l'abitudine di documentare fotograficamente prima e dopo i loro interventi. Se voi lo richiedete, potranno farvi vedere dei risultati dell'intervento che vi interessa ma a condizione che abbiano avuto il consenso dai pazienti fotografati, altrimenti si violerebbero le leggi sulla privacy.

 

- E' possibile vedere come sarò dopo da una fotografia modificata al computer?

Oggi le tecniche di elaborazione delle foto al computer ci permettono di vedere in anteprima come potrebbe essere la correzione del nostro difetto. Il problema è che non sempre o quasi mai il risultato ottenuto chirurgicamente corrisponde a quello ottenuto dalla fotografia. Attenzione, quindi, a quello che vi viene proposto e non pensate che il risultato sarà identico a quello che vedrete in foto.

 

Avete altre domande? Scriveteci a info@chirurgiaestetica99.com